Fabrizio Emigli ci incanta con la sua intensa poetica

Inizia il suo iter musicale 40 anni fa presso il Folkstudio di Trastevere, luogo che ha visto nascere e crescere tanti cantautori della scena romana e che ha ospitato tra gli altri il grande Bob Dylan. Lui è Fabrizio Emigli cantautore romano raffinato e diretto, che con il singolo “Le tre cose che so” ci mostra una capacità di scrittura poetica, essenziale ed intensa, capace di toccare le nostre corde emotive con ricercata semplicità.


In questi 40 di musica Emigli ha condiviso il palco con artisti del calibro di Sergio Endrigo, Edoardo De Angelis, Mimmo Locasciulli, Claudio Baglioni (Stadio Olimpico), vinto premi dal “Rino Gaetano” a “Musicultura“.

Il clip è un racconto visivo fatto di sguardi, suggestioni, serene inquietudini, attese, è questo ciò che ci racconta il videoclip, scritto e diretto da Ico Fedeli e che vede tra i protagonisti Francesco Fiorini, figlio dell’indimenticata “Voce de Roma“, Lando Fiorini, la cui scena è stata girata a “Il Puff” (storico locale di Fiorini).