Flashmob POPE IS POP detenuti Ferrara: “Il Papa ci ha regalato 2 ore di evasione”

Papa Francesco ha aperto le sue braccia anche a noi carcerati, anche se non siamo cattolici” commenta un detenuto musulmano.

3detenuti

Il flash mob realizzato dai detenuti del carcere di Ferrara in onore di Papa Francesco e dell’integrazione, sta lanciando un forte messaggio sulla possibilità dell’integrazione: ne stanno parlando i mass media di ogni continente.

Cattolici, Musulmani, Ortodossi, Atei provenienti da tutto il mondo (Sud America, Africa, Europa, Asia), uniti in nome di un Papa che ha la grande capacità di aggregare, di dare la speranza che si possa convivere sotto lo stesso tetto, quello del mondo, nonostante le diversità culturali e di credo religioso.

Il video che racconta il flash mob

Questo è il piccolo miracolo che è avvenuto alla Casa Circondariale maschile Costantino Satta di Ferrara, grazie anche alla disponibilità e alla fattiva collaborazione del personale del carcere, dal direttore Paolo Malato alla Vice Comm. Annalisa Gadaleta.

Un flash mob che si è avvalso del linguaggio universale di comunicazione che offrono la musica e il ballo, che supera le barriere linguistiche e che ha visto danzare insieme 70 detenuti, sulle note di “POPE IS POP” di Igor Nogarotto, un’inedita canzone funky scritta per un inedito Papa pop, che l’autore (non credente) definisce una “preghiera laica multietnica“.

1detenuti

LE VOCI DEI DETENUTI, LE LORO TESTIMONIANZE:
Detenuto marocchino: https://youtu.be/uwQ29Q4N9U0
Detenuto sudamericano: https://youtu.be/bjt8h0jvFms
Detenuto italiano: https://youtu.be/e_IEZmCZEVo
Detenuto inglese: https://youtu.be/F5ormgqdSsE

Attraverso questa rappresentazione i detenuti hanno manifestato la loro voglia di riscatto, di potersi ricostruire una vita e hanno testimoniato che anche loro, grazie al lavoro trattamentale e pedagogico che la Casa Circondariale attua nei loro confronti (con studio, lavoro, attività socializzanti), una volta pagato il loro “debito”, potranno rientrare nella società ed esserne parte attiva e sana.

L’evento si è svolto grazie alla collaborazione di professionisti romani, attraverso l’attenta regia di Tommaso Trombetta, autore di foto e video e grazie alla coreografia ideata per il balletto di “POPE IS POP” che è stata curata dalla coach e coreografa Roberta Micci.

POPE IS POP SUI SOCIAL:
Facebook: https://www.facebook.com/popeispop
Twitter: https://twitter.com/POPEisPOP
Sito ufficiale: http://www.popeispop.it

14detenuti