GIOVE: RUMORE è il primo singolo dal suo omonimo album d’esordio

Giove- rumore.doc

La canzone che dà il titolo all’album, porta con sé un messaggio di speranza ed esprime il desiderio di cambiamento insito in tutto il lavoro del cantautore.

Il “rumore” è quello “interiore”, che ha bisogno del silenzio esterno per essere ascoltato al meglio. Un isolamento, dalla frenesia e dal caos quotidiano, che permette di sentire con attenzione quello che si ha dentro, di riflettere sul proprio percorso e sulle proprie aspettative.

E saranno solo le emozioni e le sensazioni più recondite, quindi le più trascurate nella vita di tutti i giorni, a zittire il rumore.

Composto da undici canzoni, l’album d’esordio di Giove racconta le attese, i sogni, i movimenti interiori che generano un “rumore” da ascoltare in silenzio. E’ il suono del cambiamento, il punto di partenza verso una nuova direzione.

Una sorta di suo personalissimo “Best of”: dalla sua più che decennale produzione, Giove ha estrapolato le sue canzoni maggiormente rappresentative, come se avesse dovuto estrarre, dalla sua faretra, le frecce più appuntite.

Le songs sono state scritte in momenti temporali diversi (alcune composizioni sono recentissime, altre risalgono anche a 7/8 anni fa) e riflettono maturità diverse. Nonostante inizialmente non ci fosse un’idea di “concept album”, durante le registrazioni in studio, Giove si è accorto che le canzoni, in realtà, hanno un filo conduttore e anche ben definito. Ogni brano racchiude in sé la voglia di cambiare, di lasciarsi indietro il passato continuando a credere nei propri sogni.

Musicalmente Giove si è divertito a spaziare tra vari generi, dal pop-rock al funky, dall’elettronica allo ska, a volte mettendosi a “nudo” con canzoni molto intimistiche, senza mai trascurare la parte narrativa e i testi.

L’autore erbese ha scritto i testi e le musiche di tutte le undici canzoni, avvalendosi, per quanto attiene la produzione artistica, della collaborazione di Max Zanotti (ex cantante dei Deasonika), attualmente membro dei “Rezophonic”.

Nato nell’agosto del 1981 a Erba, nella provincia di Como, Giuseppe Liga – in arte Giove – inizia a suonare la chitarra all’età di 9 anni.

Per lui la chitarra diventa lo strumento per scrivere canzoni: inizia così a comporre diverse melodie e a eloborare testi che parlano di sé. Già da molto piccolo, Giove si appassiona al mondo dei cantautori italiani (De Gregori, Battisti, Tenco), mentre qualche anno più tardi viene letteralmente “folgorato” da alcuni album che diventeranno punti di riferimento per la propria crescita: “Born to run” di Springsteen, “Nevermind” dei Nirvana, “Parachutes” dei Colplay, “Pablo Honey” dei Radiohead, solo per citarne alcuni.

Giove divora in modo famelico repertori di diversi generi, innamorandosi della “forma canzone”: comprende come, attraverso un testo e una melodia, possa comunicare tutto ciò che gli bolle nello stomaco, i propri pensieri, le fragilità e le inquietudini.

Dopo tre anni di corso di chitarre acustica – nei quali migliora l’approccio allo strumento – e dopo tre anni trascorsi all’Accademia Europea di Musica – dove studia canto moderno e solfeggio – iniziano le prime esperienze live. Dal 2005 ad oggi, con la propria band, Giove calcherà i palchi di diversi clubs e locali affinando sempre di più il contatto e il feeling col pubblico.

Il 23 gennaio del 2014 esce il suo primo album di inediti – dal titolo “Rumore” – composto da undici canzoni.

https://twitter.com/Giove­_­singer

https://instagram.com/giove81

https://www.facebook.com/GioveSinger

https://www.facebook.com/lamusicadiGiove

L’AltopArlAnte – PromoRadio | PromoVideo | PromoStampa&Web | info@laltoparlante.it+39 348 3650978

avatar

Autore: laltoparlante

Ufficio stampa, promozione radio e video