Decabox: #dissocialnetwork il nuovo provocante album

 

 

dissocialnetwork_1° di copertinaE’ disponibile negli store digitali #dissocialnetwork, il secondo album della rock band milanese dei Decabox. Il disco esce su etichetta Vrec a tre anni di distanza dall’esordio del gruppo, L’uomo Biodegradabile ed a pochi mesi dal singolo virale A-Distorta per il quale la band ha realizzato un innovativo videoclip con i filmati dei fan. Acquistalo QUI o segui i concerti della band: troverai il cd fisico.

 

 

 

La band presenterà il disco dal vivo in alcuni speciali appuntamenti al Tambourine di Seregno (MB) il 17 Maggio per poi approdare al Rock’n’roll di Rho (MI) il 12 Giugno.

 

 

 

#dissocialnetwork è anticipato dal singolo Fingere che tutto sia «rock ballad sull’apatia più sfrenata dell’essere umano che riesce a vivere le giornate in modo arrendevole senza passioni e slanci verso il futuro». I Decabox continuano il filone della provocazione sociale de L’uomo biodegradabile con una disanima spietata di come i social network provochino dissociazione dalla realtà, filtrata dai commenti su internet, non vissuta nella vita sociale reale, amplificando paure, disagi, ansie e solitudini. Undici canzoni magistralmente realizzate insieme al produttore dal background americano Pietro Foresti, che tracciano una nuova strada per la band soprattutto dal punto di vista sonoro dove il rock delle chitarre e l’elettronica dei campionatori creano una pasta sonora ricercata e ricca di variazioni che differenziano la band da realtà più mainstream come Negramaro, Modà o Tiromancino. Mentre i testi scritti dal cantante/chitarrista Rive spaziano dall’ansia di Apnea alla voglia di risveglio e riscatto di Punto e Basta, dall’amore e la magia di diventare padre (Il nome mio) fino alla ricerca completa de La Verità ottenuta cercando di mettersi nei panni degli altri (Fammi fare un giro nella tua testa). #dissocialnetwork  è un album intenso, ricco di messaggi, sfumature e colpi di scena che avvolge l’ascoltatore fin dall’inizio portandolo in un immaginario dove i Decabox a tratti accarezzano con dolcezza e poesia per poi scaraventarti addosso il rock sanguigno e tirato che li rende imperdibili nelle occasioni live.

 

 

 

Cenni biografici/ I Decabox nascono nell’hinterland milanese e sono Davide “Rive” Rivetta (voce e chitarra), Jacopo Giuliano (basso e cori), Claudio Rubicondo (chitarra e cori) e Dario Borsati (batteria). “L’uomo biodegradabile” (2011) è il titolo dell’album di debutto della band, 9 tracce rock cantate in italiano, con la produzione artistica di Frank Altare (Madeleine) ed Olaf Busolini come produttore esecutivo. Il disco viene presentato in diverse occasioni live ma ben presto la band si ritrova già in studio a lavorare sui nuovi brani con il produttore Pietro Foresti. Ad inizio 2014 esce il singolo “A-Distorta” che anticipa il disco #dissocialnetwork previsto per Maggio 2014 da cui è estratto anche il singolo e video “Fingere che tutto sia”.

 

 

 

avatar

Autore: davvero comunicazione

davvero comunicazione è un’Agenzia di comunicazione e consulenza che agisce nell’ambito dello spettacolo musicale, della discografia, degli eventi e del music business in generale.