NEWDRESS/ Esce “Legàmi di luce”, il nuovo album. il 25/5 a Milano.

Esce oggi il nuovo album dei Newdress “Legàmi di Luce” su etichetta Kandinsky Records/Audioglobe: la band presenterà il disco a Milano Venerdì 25 Maggio presso il locale Ligera (Via Padova 133, ore 22:00 – ingresso 5 Euro) insieme a Lele Battista, produttore artistico del disco, che ha anche prestato la propria voce nel singolo apripista “Bisogna Passare il Tempo” (insieme al sax di Andy Fluon). In apertura la band pavese degli Emily Plays capitanata da Sara Poma.
La band formata da Stefano Marzoli (voce e sintetizzatori), Jordan Vianello (batteria) e Andrea Mambretti (chitarra) eseguirà i brani inclusi in “Legàmi di Luce”, seguito discografico dell’EP “MODerne Tessiture Sonore”. «E’ un disco che si basa sulla fiducia! – afferma Stefano – Avevamo ben presente cosa sapevamo fare e dove avevamo bisogno di aiuto. Affidarci all’esperienza di Lele Battista e Stefano Castagna è stato fondamentale come scambio e confronto, ed abbiamo anche potuto prenderci il lusso di fare la preproduzione del disco, cosa che oggi non si fa più, prima di entrare in studio a registrare».

Il rock venato di elettronica dei Newdress ha profonde radici nel sound di Depeche ModeCure, influenzato dalla nuova ondata di gruppi ispirati dalla new wave come EditorsWhite Lies e in tutto il rock e la new wave italiana anni novanta da cui attingono lo spirito melodico e l’attitudine più pop del loro progetto. Dieci brani realizzati interamente in analogico (quasi 60 canali del mixer occupati!), registrando dal vivo archi e sax ed utilizzando una speciale batteria artigianale priva di fusti. L’album è stato registrato e prodotto artisticamente presso lo Studio di Registrazione “Ritmo&Blu” di Pozzolengo (BS) da Stefano Castagna già in passato al fianco dei CCCP, Ligabue, Scisma.
Nulla è stato lasciato al caso nel nuovo lavoro dei Newdress. Soprattutto i testi, onirici ed evocativi fin dai titoli (“Al Tatto Nel Buio”, “Assorta”, “Dissolve”), ispirati dalla poesia di Jacques Prévert (“Bisogna Passare Il Tempo”), rigorosamente pervasi da uno spleen dall’esito positivo simboleggiato dai legàmi di luce del titolo fino alla conclusiva “Splendi” (il giusto finale: “quando c’è buio per vedere, basta uno spiraglio di luce”).
avatar

Autore: davvero comunicazione

davvero comunicazione è un’Agenzia di comunicazione e consulenza che agisce nell’ambito dello spettacolo musicale, della discografia, degli eventi e del music business in generale.