Lo swing cantautorale made in Italy


Ecco il primo singolo di  “Luca Pirozzi e la Musica da Ripostiglio ” che anticipa l’uscita del disco che si intitolerà proprio “Gli Artisti”. Cercando nel vecchio “ripostiglio” ,questa volta, Luca e il suo gruppo hanno rispolverato uno swing dalla ritmica incalzante e travolgente.

“In Italia si sa che “Artisti” in fondo lo siamo un pò tutti, eppure oggi sembra così difficile campare di Arte“, questo brano mette l’accento sulla condizione di chi cerca di proporre un proprio percorso artistico, a dispetto delle convenzioni che questa società ci impone.

“….ma che ci vuole…a fare un quadro oppure una canzone….. e visto che ora son disoccupato…..mi butto nel mercato….”

Lo stile è ironico e leggero, ma shietto e diretto si rivolge al cuore di tutti, perchè gli italiani sono un popolo di Santi, Navigatori e Poeti (e quindi Artisti).

La produzione è affidata alla  Firstline Production di Alex Marton. Il videoclip come per tutte le ultime produzioni della Firstline è stato affidato alla  Zero Target con la regia di Andrea Tani.

Il Videoclip è visibile dal seguente link : http://www.youtube.com/watch?v=apcglGT05_M

Note Biografiche :

L’aspirazione iniziale del gruppo era quella di affrontare il repertorio del cantautore Luca Pirozzi in chiave CAMERISTICA…Ma, aimhè, visti i tempi che corrono e le magre che girano, la loro musica è diventata…
DA RIPOSTIGLIO!! Il gruppo sul palco diverte, improvvisa, emoziona, ma soprattutto suona e lo fa con molta freschezza e semplicità. Le atmosfere, decisamente retrò, cavalcano lo swing dei primi anni del secolo scorso con influenze gitane e francesi, confluiscono in sirtaky, fino ad impregnarsi di profumi tangheggianti, walzer e boleri, con un accurato lavoro sui testi assolutamente originali, ironici e a volte irriverenti. Il pubblico, durante il concerto, partecipa alle gags che i musicisti propongono, suda con loro perchè non ci sono “trucchi”, solo canzoni, strumenti e la voglia di passare una bella serata.

Esperienze

Italia:
Suonano in molti Festival importanti come Sudtirol jazz festival, Grey Cat jazz Festival, Via Cava Festival, Sarteano jazz Festival, Festambiente, Umbria FolkFestival, etc…
Nel 2007/2008 accompagnano l’attrice napoletana Mariangela D’Abbraccio in uno spettacolo chiamato AMARAFEMMENA, suonando nelle piazze più importanti del circuito teatrale Italiano e non (Ambra Jovinelli, Stabile di Bellinzona, Eliseo, etc…).
Rappresentano l’Italia alla Giornata Mondiale della Gioventù del 2000 (evento in mondovisione) allo Stadio Flaminio di Roma.

Estero:
Nel 2001 partecipano, richiesti dalla Regione Toscana, al primo Festival Tuareg in Africa (Mali) per rappresentare l’Italia e dove sono stati insigniti della carica di “Ambasciatore della Musica e della Cultura Italiana nella regione di Kidal”.

Luca Pirozzi si esibisce, con varie formazioni, anche in Olanda,Germania, Inghilterra, Francia e Svizzera e Albania.

Nel 2009 suonano all’Istituto Di Cultura Italiano di Londra e Cambridge.

Nel 2010 tourneè in Brasile per l’Ass.ne Cuore Del Mondo.

“LUCA PIROZZI E MUSICA DA RIPOSTIGLIO”SONO:

LUCA PIROZZI (CHITARRA E VOCE)
LUCA GIACOMELLI (CHITARRE)
ALDO MILANI (SASSOFONI & CLARINETTO)
RAFFAELE TONINELLI (CONTRABBASSO)
EMANUELE PELLEGRINI (BATTERIA & PERCUSSIONI)

avatar

Autore: alex_press

Diffondere notizie su artisti emergenti ed eventi musicali.

Un pensiero riguardo “Lo swing cantautorale made in Italy”

  1. Pingback: upnews.it

I commenti sono chiusi