Convegno Cantaforum: dove finisce la canzone d’autore e dove comincia quella pop?

CANZONE D’AUTORE E CANZONE POP A “DALLO SCIAMANO ALLO SHOWMAN”

CON ROBERTO VECCHIONI, MAURO GIOVANARDI E DAVIDE VAN DE SFROOS

OSPITI PEPPE VOLTARELLI E ANTONIO RICCI

cantaforum - 2011Dove finisce la canzone d’autore e dove comincia quella pop? Se n’è parlato molto in occasione dell’ultimo Festival di Sanremo, regno della “musica leggera”, in seguito alla vittoria di un cantautore come Roberto Vecchioni. All’interrogativo si cercherà di rispondere nel talk show “Cantaforum – Canzone d’autore e canzone pop” a cui sarà presente proprio Vecchioni, insieme ad altri due cantautori che hanno preso parte all’ultimo Sanremo, ovvero Mauro Ermanno Giovanardi e Davide Van de Sfroos; tutti e tre, anche, abituali frequentatori della “Rassegna della canzone d’autore” che il Club Tenco tiene a Sanremo. A discuterne con loro, due importanti studiosi di canzone come Sergio Secondiano Sacchi e Paolo Talanca. A tirare le fila sarà Enrico de Angelis, responsabile artistico del Club Tenco e critico musicale fra i più affermati in Italia, nonché inventore proprio dell’espressione “canzone d’autore” .

L’incontro, realizzato in collaborazione con lo stesso Club, è in programma a Breno il 1° ottobre alle ore 21 (Palazzo della Cultura, Via Garibaldi) nell’ambito del Festival della canzone umoristica d’autore “Dallo sciamano allo showman” che si avvia alla conclusione in Val Camonica.

Nel corso della serata Antonio Ricci riceverà la “Targa Shomano 2011” con questa motivazione: “Personaggio atipico e schivo, già uomo di spettacolo in prima persona, avanguardista mediatico della comunicazione satirica d’autore, ha saputo mantenere la sua innata signorilità in un mondo urlato”.

Sarà inoltre ospite Peppe Voltarelli, che verrà premiato con la Targa “Dalla sciamano allo showman” e darà vita ad una breve esibizione.

 

CANTAFORUM – CANZONE D’AUTORE E CANZONE POP

In merito al tema della serata de Angelis scrive: “’Il festival dei cantautori’ titolavano i giornali a proposito del Sanremo 2011. In realtà accade tutti gli anni. Gli stessi titoli ricorrevano già nel 1961. Anche noi del Club organizziamo nella stessa città, da molti anni, ormai decenni, un specie di festival di cantautori, e così abbiamo cominciato (o meglio, ri-cominciato) a chiederci se ci sia differenza tra un festival e l’altro, se ci debba essere, o se invece sia inutile o inopportuna; se ci sia differenza tra i cantautori che vanno da una parte, quelli che vanno dall’altra e quelli che vanno da tutte e due; se ci sia differenza tra il repertorio che si sente da una parte e quello che si sente dall’altra; se ci sia differenza tra canzone d’autore, canzone commerciale, canzone pop, canzone festivaliera; se ci sia differenza – qualcosa del genere è stato detto in televisione – tra “La fisarmonica” e “Lontano lontano”. Ricordando il momento in cui, cinquant’anni fa, esplosero i primi cantautori degli anni ’60, uno dei discografici illuminati che a quella esplosione contribuirono, Franco Crepax, ha così dichiarato di recente: “Io non disprezzo niente, però fra i nostri cantanti e Wilma De Angelis, pur rispettabilissima, fra ‘Senza fine’ e ‘Patatina’ c’era un abisso, erano due mondi diversi.” E sì che anche “Patatina” era scritta da un bravo cantautore innovativo, Gianni Meccia. E’ ancora così o no?”.

Dal convegno verrà tratto un libro edito da Liberodiscrivere e curato dallo stesso de Angelis e da Nini Giacomelli, direttore artistico del festival camuno.

 

PEPPE VOLTARELLI

Peppe Voltarelli, cantante ed autore di canzoni, nel 1990 fonda a Bologna il Parto delle nuvole pesanti, gruppo che mescola il rock con la musica popolare calabrese. Con la band, di cui rimane il frontman fino al 2005, realizza sette dischi e centinaia di concerti in Italia e all’estero. Nel 2000 avviene l’incontro con i fratelli Cauteruccio della compagnia teatrale Krypton, con la quale il Parto mette in scena Roccu u stortu. Il solo Voltarelli, nel 2002, partecipa anche a un’altra produzione Krypton, Ico no clast. Nel 2003, dall’incontro con Giuseppe Gagliardi, nasce Doichlanda, da cui viene estratto il video della canzone Onda calabra, premiato al M.E.I. come miglior videoclip italiano dell’anno. Nel 2005 partecipa come attore protagonista al nuovo film di Giuseppe Gagliardi, La vera leggenda di Tony Vilar, per il quale firma anche la colonna sonora originale. Nel gennaio del 2006 Peppe esce dal gruppo e inizia la sua carriera solista con Distratto ma però, seguito, nel 2010, da Ultima notte a Malà Strana, vincitore della Targa Tenco 2010 come miglior album in dialetto, primo disco in calabrese a ricevere tale onorificenza.

 

MOSTRA

Nel frattempo a Breno (Palazzo della Cultura, Via Garibaldi) dal 29 settembre al 1 ottobre 2011 è visitabile la mostra “Viva Verdi, Bianchi e Rossi” di Danilo Paparelli che racconta attraverso le sue vignette i personaggi che hanno portato all’Unità d’Italia. Orario di apertura dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 20. Sarà presente l’autore.

 

IL FESTIVAL

“Dallo sciamano allo showman” anche quest’anno si caratterizza per coniugare l’attenzione per lo sciamanesimo (ispirato ai riti millenari raffigurati nelle celebri incisioni rupestri della zona) con proposte artistiche che fondono umorismo e musica.

L’organizzazione e l’ideazione sono del Centro Culturale Teatro Camuno con la direzione artistica di Nini Giacomelli, il patrocinio del Club Tenco di Sanremo ed il sostegno di Regione Lombardia (Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie), Provincia di Brescia, Comunità Montana di Valle Camonica, Consorzio Comuni BIM, Comunità Montana del Sebino Bresciano Comuni di Edolo, Bienno, Borno, Breno, Capo di Ponte, Cividate Camuno, Esine, Marone, Sale Marasino;  Pro Loco di Bienno e di Breno, Fondazione CARIPLO, Industrie Bandini e altri sponsor.

 

 

INFOPOINT FESTIVAL

Centro Culturale Teatro Camuno – Via Molini 32 – 25043 BRENO (Bs)

0364-320889 fax 0364 326070 347 2788691 334 9397652

www.shomano.it

cctc@speedyposta.it teatrocamuno@libero.it

avatar

Autore: red

Pier Giorgio Tegagni: redazione e admin di Music Press.