Le Strisce sul palco di Aosta per il Premio Mogol

Nominati per il testo del brano “Vieni a vivere a Napoli”

Le Strisce - foto di Ale FinelliDal 24 giugno in radio il nuovo singolo “Londra”
Che anticipa l’uscita del nuovo album previsto per settembre

LE STRISCE, la band composta da Davide Petrella alla voce, Andrea Pasqualini alla chitarra, Raffaele Papa alla batteria, Enrico Pizzuti alla chitarra e Francesco “Zoidberg” Caruso al basso, parteciperanno questa sera alla all’edizione 2011 del Premio Mogol dove sono in lizza per ricevere il Premio per il testo del brano “Vieni a vivere a Napoli”

la canzone che i 5 ragazzi napoletani hanno presentato alle selezioni di Sanremo giovani di quest’anno e che riproporranno al pubblico questa sera nella suggestiva cornice del Teatro Romano di Aosta. La serata, condotta da Fabrizio Frizzi, andrà in onda il prossimo 23 giugno in seconda serata su Rai Uno e su Radio1.

A mandare in finale LE Strisce una giuria composta, oltre che da MOGOL, dai giornalisti e critici musicali Marinella Venegoni (La Stampa), Mario Luzzatto Fegiz (Corriere della Sera) e Paolo Giordano (il Giornale).
Tra gli ospiti/co-conduttori della serata il giornalista Dario Salvatori e Mara Maionchi mentre sul palco si esibiranno Ron e Noa. A dar voce ai testi in nomination sarà l’attrice Licia Maglietta, interprete del famoso film “Pane e tulipani” di Silvio Soldini.

La band, chiusa in studio per ultimare il nuovo album previsto per settembre, tornerà in radio il prossimo 24 giugno con “Londra”, singolo che anticipa il nuovo lavoro.

In un periodo in cui, per mille ragioni, l’interprete sembra essere tornato ad essere la figura artistica dominante nel panorama musicale, una band di cinque giovani ragazzi napoletani scardina questa regola non scritta, dimostrando a sé stessi e a tutti quanti, con la sfacciataggine dell’età unita a una cocciutaggine tipicamente campana, di potercela fare con le proprie forze e le proprie canzoni. Queste sono Le Strisce, la band gestita a 360 gradi da EMI MUSIC ITALY composta da cinque ragazzi di Napoli (Marano, Aversa, Quarto e Capodimonte) abituati a scrivere e suonare fino a tarda notte, e a svegliarsi solo dopo mezzogiorno. Davide, il cantante, autore di tutti i testi studia Giurisprudenza; Andrea, chitarra, Biologia; Raffaele, batteria, Ingegneria Aerospaziale; Enrico, chitarra, Architettura, e Francesco (aka “Zoid”) basso, Scienze della Natura. Dalla prima pagina di Myspace (punto di partenza per far sapere al mondo che esistevano) al primo vero disco “Torna ricco e famoso” pubblicato da EMI lo scorso anno, i cinque hanno fatto parecchia strada passando da un EP (“Fare il cantante”), molti live (tra cui l’apertura del concerto italiano dei Kooks) e un brano “Vieni a vivere a Napoli” che ha sottolineato le loro capacità di raccontare il mondo che li circonda con un linguaggio e delle sonorità tipiche del nostro tempo perchè questo sono le Strisce, cinque ragazzi che cantano e raccontano lo spaesamento della loro generazione di fronte a un mondo che non offre punti di riferimento certi, se non modelli effimeri e risposte parziali, senza dimenticare la cornice in cui i cinque si muovono, una Napoli verso la quale Le Strisce hanno uno sguardo sempre più disilluso, lo stesso che rivolgono verso il loro paese e il loro tempo.

www.lestrisce.it

avatar

Autore: red

Pier Giorgio Tegagni: redazione e admin di Music Press.